La migliore lettura del mese 1

Julian Barnes “L’unica storia” Einaudi

L’unica storia” è il racconto di una vita, che nasce con leggerezza, eleganza e  distacco dal conformismo sociale e si svolge nella storia dell’amore di Paul e Susan in orizzonti sempre più stretti, in una atmosfera sempre più densa, in una storia che si chiude sempre più. Si chiude in una storia unica, in cui si racchiude in una sola domanda sulla vita. “Che cosa preferireste, amare di più e soffrire di più, o amare di meno e soffrire di meno?”. Una domanda sola che porta a riflettere sulla vita, nella adimensionalità della vita. Questa ultima opera mette in evidenza la qualità della scrittura di Barnes; la scioltezza e la fluidità della narrazione in un racconto che scorre senza perdere i propri riferimenti e i propri sensi su pensieri progressivamente sempre più gravi e contesti via via più cupi.

SEMINARI BPER

"C'è un sentimento diffuso di sfiducia. Anche perché ci sono eventi che disilludono, promesse che vengono a mancare, e quindi l'elemento della confidenza anche nei legami più intimi diventa problematico. C'è una riserva di coscienza. Quasi che gli uomini non volessero consegnarsi agli altri con un implicito, un sentimento di autosufficienza.In una società giocata sulla competizione, sul farcela da soli, l'altro è più visto come un partner competitivo piuttosto che qualcuno di cui fidarsi".#SalvatoreNatoli

Pubblicato da BPER Forum Monzani su Sabato 1 dicembre 2018