Politica e scuola


  • Miniatura per l'articolo intitolato:Scuola di Roma: atto consapevole, scombiccherato o grave? Ma.. finita qui?

    Scuola di Roma: atto consapevole, scombiccherato o grave? Ma.. finita qui?

    Il caso della Scuola di Roma che ha dichiarato per iscritto (ormai cancellato con tempestività) una assegnazione delle classi ai plessi in base alle classi sociali ha suscitato molte reazioni […]

  • Miniatura per l'articolo intitolato:Orientare martellando a caso

    Orientare martellando a caso

    Ed ecco arrivato anche quest’anno il momento cruciale per la scuola e gli studenti delle iscrizioni alla scuola superiore di 2°grado. Il momento è certamente delicato, ma purtroppo non è […]

  • Miniatura per l'articolo intitolato:I 7 punti per migliorare la scuola

    I 7 punti per migliorare la scuola

    Da una indagine condotta nelle scuole italiane e pubblicata dal Corriere della Sera in questi giorni sono emerse sette idee per migliorare il funzionamento e la progettazione didattica della scuola […]

  • Miniatura per l'articolo intitolato:Un nuovo Ministro, una vecchia storia

    Un nuovo Ministro, una vecchia storia

    Il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca si è dimesso. Chissà quanto ci mancherà! E’ stato in carica ben quattro mesi e non sappiamo proprio come dare consolazione alla disperazione di […]

  • Miniatura per l'articolo intitolato:Rendicontazione sociale delle scuole: sfondo nebbioso di un progetto importante

    Rendicontazione sociale delle scuole: sfondo nebbioso di un progetto importante

    Entro il 31 dicembre 2019 le scuole dovranno pubblicare la rendicontazione sociale delle azioni progettuali svolte nel triennio precedente. La rendicontazione sociale sarà poi lo sfondo prioritario in base al […]

VIDEO SEMINARI

"C'è un sentimento diffuso di sfiducia. Anche perché ci sono eventi che disilludono, promesse che vengono a mancare, e quindi l'elemento della confidenza anche nei legami più intimi diventa problematico. C'è una riserva di coscienza. Quasi che gli uomini non volessero consegnarsi agli altri con un implicito, un sentimento di autosufficienza.In una società giocata sulla competizione, sul farcela da soli, l'altro è più visto come un partner competitivo piuttosto che qualcuno di cui fidarsi".#SalvatoreNatoli

Pubblicato da BPER Forum Monzani su Sabato 1 dicembre 2018