Italia sott’acqua..

Si legge in un articolo di fondo di Sabino Cassese su “Il Corriere della sera” di mercoledì 20/11/2019: “L’incapacità di decidere sta mettendo non Venezia soltanto, ma tutta l’Italia sott’acqua. Il primo responsabile del groviglio da cui dipende l’attuale situazione di blocco è il corpo politico. Ormai impegnato in una campagna elettorale permanente, non governa. Sembra anzi impegnato nel peggiorare la situazione“. Questo articolo esprime il mio pieno consenso: nel mio blog precedente avevo parlato di incapacità della “classe politica” italiana a risolvere problemi e a decidere, ma il senso resto lo stesso. Purtroppo, non è un problema della città di Venezia, è un problema del nostro Paese.

VIDEO SEMINARI

"C'è un sentimento diffuso di sfiducia. Anche perché ci sono eventi che disilludono, promesse che vengono a mancare, e quindi l'elemento della confidenza anche nei legami più intimi diventa problematico. C'è una riserva di coscienza. Quasi che gli uomini non volessero consegnarsi agli altri con un implicito, un sentimento di autosufficienza.In una società giocata sulla competizione, sul farcela da soli, l'altro è più visto come un partner competitivo piuttosto che qualcuno di cui fidarsi".#SalvatoreNatoli

Pubblicato da BPER Forum Monzani su Sabato 1 dicembre 2018